Gli Amici del Gelato Artigianale
Home       Contatti
 
Dal mondo del gelatoLa pasticceria
Personaggi e localiLa storia del gelato
Le ricetteLa consulenza
News ed eventiSpeciale fiere e dintorni
Argomenti portale Gli Amici del Gelato Artigianale.info
Cerca:
Cerca nel: titolo testo
Argomento
Cerca articolo
 
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter Gli Amici del Gelato Artigianale.info
 
 
 
 
 
informazione pubblicitaria
 
Argomento: la storia del gelato - Articolo inserito il 25-06-2008
 
 
La Storia del Gelato Artigianale 2 parte
 

Siamo al rinascimento, intorno all'anno 1565, alla corte dei Medici (Cosimo Dè Medici, Tommaso, I° Dè Medici) Signori del Gran ducato di Toscana con dimora a Firenze , incaricò e fu per merito dell'architetto Bernardo Buontalenti , detto Mastro Bernardo delle girandole ( per la sua grande abilità nell'organizzazione fuochi pirotecnici). La nascita del gelato a base di latte o alla crema di latte è abbastanza recente.

Egli fu per primo ebbe l'idea di aggiungere all'antica miscela di neve, miele e succo di frutta, il latte e la crema del latte; inventando quello che ancora oggi conosciamo ed apprezziamo come gelato cremoso.

Gli Spagnoli ne catturarono l'idea e in seguito il miele fu sostituito da una preziosa spezia che arrivava dal nuovo mondo lo " Zucchero" derivato dalla canna laggiù coltivata. Lo zucchero ha percorso un lungo cammino prima di essere un ingrediente popolare e per il popolo , sino al 1829 era conosciuto il solo derivato dalla canna, e i seguito , esattamente in Francia nel 1830 su ordine preciso della corte Napoleonica si produssero le prime 30.000 tonnellate di zucchero derivato dalla Barbietola.

Nel 1686 i gelati e i sorbetti, per opera di un gentiluomo palermitano chiamato Francesco Procopio de Coltelli, che aprì un locale di grandissimo successo chiamato Cafè Precope, in Parigi nella Rue Fosses Saint Germain des Pres , oggi Rue de L'Ancienne Comèdie. Franmcesco , nacque per la verità in un paese vicino a Palermo Casale di Cinisi , figlio di pescatori, così dicono per un lontanissimo dire e per un lontano ricordo , Nunzia e Santi Juinior Palazzalo, che a Cinisi hanno una delle più antiche gelateria e pasticceria del paese "Palazzolo".

Il caffè Precope di Parigi è ancora oggi una meta obbligata per chi volesse respirare il fascino di un locale fiero di una storia vecchia più di 300 anni, è il 2000 l'anno il quale ha compiuto 314 anni di attività.

I sorbetti, i gelati e le squisite cremolate sono le prime ad essere servite nella fantastica Parigi di allora.

Voltaire, Rosseau e Diderot ne sono fedeli habitus,( ma ancora oggi è frequentato da persone di alto livello e non è strano ammirarli nella stagione estiva gustare le fantastiche prelibatezze).

E' il 1686 , il teatro della commedia francese , apre le sue porte in faccia al Caffè Precope.

E' il 1756 la repubblica marinara di Genova , perde il governo dell'isola Corsica , la Corsica è indipendente , il regno Sabaudo (i Savoia) più avanti la riconquistarono , e più tardi , per un debito di guerra Agosto 1768 la consegnano alla Francia , insieme a Nizza (Nice a sud est della Francia), oggi vicino all'Italia , la dove c'è Ventimiglia.
Un anno dopo , 15 Agosto 1769, nasce Napoleone Buonaparte in Ajaccio Corsica e muore nel 1821 , a 52 anni).

Scoppia la rivoluzione Francese il 14 Luglio 1789, è la presa della Bastiglia, durante la rivoluzione il locale è frequentato dai Danton, Marat e Robesbierre, il " Caffè Procope" ne è partecipe.

Lo visita e lo frequenta anche il giovane Napoleone Buonaparte , Generale e futuro Imperatore.
Corre l'anno 2005 , il caffè è tuttora aperto (319 anni) , uno dei sette caffè storici di Parigi di oggi, nella vecchia Rue De Fosses , oggi Rue de L'Ancienne Comèdie nel quartiere Saint Germain des Pres a pochi passi dal Pont -Neuf il più vecchio e il più celebre di Parigi.

Ponte costruito tra il 1578 e il 1604 , il ponte permetteva il passaggio ai tempi dei re, tra la rive-gauche (riva sinistra) del fiume Sennae l'isola di San Louis , dove si trova un'altra prestigiosa e antica gelateria artigiana "Bertignon" e più recentemente "Amorino".

Al di sotto della seconda arcata si trova la fonte della " de la Samaritane" che permise d'alimentare di acqua potabile il palazzo del Louvre , i quartieri vicini e la stessa isola si SanLouis che si trova al centro del fiume e che ospita la cattedrale "De Notre Dame".

L'isola si San Louis è come a Roma l'isola Tiberina, al centro del fiume. Il Senna a Parigi ; e il tevere a Roma.
Continuando il cammino dei secoli , ci troviamo attorno al xviii secolo, l'esodo da parte del Gelatieri Italiani, e soprattutto Veneti , verso gli altri paesi Europei , segna l'inizio di una nuova era riferita al gelato. Si conosce il metodo della salamoia, cioè del sale misto a ghiaccio, per il mantenimento delle temperature negative.
Anche in America , l'esigenza di conservare gli alimenti , consente al grossista lattaio Jacob Fussel , di inventare l'ice-cream. Infatti Jacob Fussel , per non buttare panna e latte che aveva avanzato , aggiunse zucchero per il mantenimento , dopo mise gli ingredienti in una ghiacciaia , quando però andò per utilizzarli si accorse che era tutto congelato, assaggiò l'insieme, lo trovò buonissimo e allora gli balenò in mente l'idea di vendere il prodotto così come era , denominandolo cremaghiacciata, "l'ice-cream" un gelato alla crema; panna , latte e zucchero , siamo attorno al 1851.

Nel 1869 i fratelli Nobile invetarono il cono, e nel 1912 un inventore Americano brevetta una macchina per produrre i coni che fino a quel tempo erano stati fatti a mano. Nel 1946 nasce il gelato alla crema "l'ice cream" italiano , da parte della Motta, che pensò al gelato per avere un'alternativa all'inverno quando finiva l'epoca dei panettoni.

Arrivano i giorni nostri dove il gelato viene finalmente definito alimento e consumato tutto l'anno. Attualmente il maggior consumo procapite di gelato è degli Stati uniti D'america, secondi gli Australiani a seguire i paesi Scandinavi , la Germania , l'Italia, la Spagna ecc in Sud America trainante è l'Argentina.

 
La storia del gelato
 
Condividi
Ultimi 5 articoli inseriti
La consulenzaIn consumi aumentano... Per alcuni si per altri....News ed eventiICE TO MEET YOUDal mondo del gelatoGuido Zandona e Antonio Mezzalira i protagonisti al Sherbeth FestivalDal mondo del gelatoUn grande ritorno.....News ed eventiSherbet Festival edizione 2017
 
Ultimi 5 articoli dell'argomento
la storia del gelato
Il segreto del gelato ArtigianaleLa Storia del ConoLa Storia del Gelato ArtigianaleLa Storia del Gelato Artigianale 2 parte
 
 
   
 
Gli Amici del Gelato Artigianale.info - Gli amici del gelato artigianale di Salvi - Via Piave, 33 - 17047 Vado Ligure (SV) P.iva 00969020099
Questo sito è un prodotto editoriale aggiornato in modo non periodico, pertanto non è soggetto agli obblighi di registrazione di cui all'art. 5 della L. 47/1948